hit tracker Zhu Yi, pattinatore artistico nato negli Stati Uniti, sotto attacco dopo la caduta al debutto olimpico con la Cina - techroki.com

Zhu Yi, pattinatore artistico nato negli Stati Uniti, sotto attacco dopo la caduta al debutto olimpico con la Cina

techroki.com –  Yi Zhu del Team China cade durante l’evento a squadre del programma corto femminile di pattinaggio singolo il secondo giorno delle Olimpiadi invernali di Pechino 2022.
 Al suo debutto olimpico per il Team China, la pattinatrice artistica californiana Zhu Yi era ansiosa di mettersi alla prova al pubblico cinese.
Invece, la 19enne sta affrontando una tempesta di fuoco sui social media cinesi dopo essere caduta a terra sul ghiaccio ed essere arrivata ultima nell’evento a squadre del programma corto femminile domenica.
Su Weibo, la piattaforma cinese simile a Twitter, l’hashtag “Zhu Yi è caduto” ha ottenuto 200 milioni di visualizzazioni in poche ore. Molti si sono chiesti perché Zhu, uno skater di origine americana, sia stato scelto per rappresentare la Cina a spese di un atleta nato nel Paese.
“Questa è una tale disgrazia”, ​​ha detto un commento con 11.000 voti positivi.

Entro domenica sera, l’hashtag sembrava essere stato censurato.

Non è chiaro perché. Zhu è stato il primo a competere il secondo giorno dell’evento a squadre di pattinaggio artistico, scivolando nella pista di pattinaggio tra gli applausi del pubblico prevalentemente cinese al Capital Indoor Stadium di Pechino.
Ma è caduta e si è schiantata contro il muro dopo un salto fallito nella combinazione di apertura, e ha mancato un altro salto più avanti nel programma, finendo con il punteggio più basso dell’evento.
Di conseguenza, la Cina è scesa dal terzo posto al quinto in classifica, quanto basta per passare al round successivo della competizione.
“Sono sconvolta e un po’ imbarazzata”, ha detto Zhu dopo la gara, asciugandosi le lacrime.
“Penso di aver sentito molta pressione perché so che tutti in Cina sono rimasti piuttosto sorpresi dalla selezione dei singoli femminili e volevo solo mostrare loro cosa ero in grado di fare, ma sfortunatamente non l’ho fatto”.

Pressione per esibirsi

Gli atleti cinesi affrontano un’enorme pressione per ottenere risultati alle Olimpiadi, con il conteggio delle medaglie a lungo propagandato dal governo cinese come segno di forza nazionale. In passato, molti hanno dovuto affrontare un contraccolpo per prestazioni scadenti.

Zhu è tra almeno una dozzina di atleti nati all’estero reclutati dalla Cina negli ultimi anni nel tentativo di rafforzare il numero di medaglie alle Olimpiadi invernali. Ma l’attacco contro di lei mette in evidenza anche la pressione che questi atleti naturalizzati devono affrontare per competere sotto la bandiera cinese.

Nata a Los Angeles da una famiglia di immigrati cinesi, Zhu ha deciso di competere per la Cina nel 2018 e ha rinunciato alla cittadinanza americana. Ha anche cambiato il suo nome da Beverly Zhu a Zhu Yi.
Ma ha affrontato critiche in Cina per non essere in grado di parlare correntemente il cinese.
“Per favore, lascia che impari prima il cinese, prima che parli di patriottismo”, ha detto domenica un utente di Weibo.
Altri hanno preso di mira il suo presunto background privilegiato e i suoi legami familiari. Il padre di Zhu, Zhu Songchun, è un pluripremiato scienziato dell’intelligenza artificiale. È entrato a far parte dell’Università di Pechino dall’Università della California, Los Angeles nel 2020.
L’attacco a Zhu è in netto contrasto con l’enorme popolarità di Eileen Gu, nata in California, un prodigio del freeskiing che è anche in competizione per la Cina.
La diciottenne ha affascinato il pubblico cinese con il suo fluente mandarino e la sua familiarità con la cultura cinese, essendo cresciuta trascorrendo le vacanze estive a Pechino. È diventata il volto non ufficiale della Cina delle Olimpiadi invernali, con un’ampia copertura mediatica statale per promuovere gli sport invernali, nonché pubblicità per i marchi cinesi.
La Gu farà il suo debutto olimpico nelle qualificazioni big air di freeski femminile lunedì mattina. Su Weibo, dove Gu ha 1,9 milioni di follower, l’hashtag “Il primo spettacolo di Eileen Gu” è di tendenza domenica sera con oltre 300 milioni di visualizzazioni.

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *